Posts tagged "meditazione"

Come il discorso interiore modella pensieri e decisioni

Dicembre 29th, 2021 Posted by Notizie 0 thoughts on “Come il discorso interiore modella pensieri e decisioni”
Reading Time: 2 minutes

Charles Fernyhough è scrittore e psicologo alla Durham University. Dirige “Hearing the Voice” (hearingthevoice.org), un progetto di ricerca sul discorso interiore finanziato dal Wellcome Trust.

Nel suo studio, condotto nel 2011 presso l’Università di Durham, nel Regno Unito, il Dr. Fernyhough e il suo collega Simon McCarthy-Jones hanno scoperto che il 60% delle persone attribuisce al proprio discorso interiore la stessa qualità di una vera e propria conversazione. Il discorso interiore ha infatti alcune proprietà molto speciali. Gran parte della ricerca moderna è stata ispirata dalle teorie a lungo trascurate di L. S. Vygotsky, uno psicologo russo la cui carriera si è svolta agli albori dell’Unione Sovietica.

Partendo dall’osservazione di bambini che parlano da soli mentre giocano, Vygotsky ha ipotizzato che l’individuo sviluppi un discorso privato derivandolo dal dialogo sociale con i genitori, le persone più intime e gli operatori sanitari. Nel tempo, questi mormorii privati ​​vengono ulteriormente interiorizzati per formare un vero e proprio discorso interiore.

Vygotsky ha notato che il discorso interiore subisce alcune importanti trasformazioni quando viene interiorizzato. Per esempio diventa abbreviato o condensato rispetto al modello del discorso esterno. Ad esempio, se sentiamo un forte suono metallico di notte e ci rendiamo conto che la colpa è del gatto, probabilmente non diremo a noi stessi: “Il gatto ha rovesciato la pattumiera”. Piuttosto ci diremo semplicemente “Il gatto!”, poiché quell’espressione contiene tutte le informazioni che dobbiamo esprimere a noi stesso.

Perché si sviluppa dalle interazioni sociali, il discorso interiore assume alcune delle qualità di un dialogo, e cioè uno scambio tra diversi punti di vista.

La teoria di Vygotsky suggerisce anche alcune possibilità sul modo in cui il discorso interiore viene creato nel cervello. Poiché è derivato dal discorso esterno, come ha proposto, ci si aspetta che entrambi attivino le stesse reti neurali.

Una delle scoperte più importanti di Vygotsky è stata che il discorso privato e interiore ci offre un modo per prendere il controllo del nostro comportamento, usando le parole per dirigere le nostre azioni. Ad esempio, mentre guido fino a una rotonda nel traffico intenso, dice Fernyhough, mi dico ancora: “Dai la precedenza a destra”. 

Pertanto, migliorare il nostro discorso interiore significa migliorare il nostro comportamento.

Il linguaggio interiore può favorire la nostra crescita personale quando viene utilizzato per fare programmi e per aumentare la consapevolezza di sé.

Le persone con autismo, che spesso hanno problemi con la comunicazione linguistica, sembrano non usare il linguaggio interiore per la pianificazione, sebbene lo usino per altri scopi come la memoria a breve termine. Maggiori difficoltà derivano dalle situazioni danneggiamento delle aree linguistiche del cervello, che possono mettere del tutto a tacere la voce interiore di chi le ha subite. Una di queste persone, la neuroanatomista Jill Bolte Taylor, ha riportato una mancanza di consapevolezza di sé dopo un ictus che ha danneggiato il suo sistema linguistico, supportando l’idea secondo cui il pensiero verbale può essere importante per la comprensione di sé, e quindi l’autocontrollo.

Adattato da Life in the chatter box, New Scientist, June 2013

autostima

Aumenta la tua autostima, abbandona il giudizio di te stesso

Gennaio 13th, 2021 Posted by Notizie 0 thoughts on “Aumenta la tua autostima, abbandona il giudizio di te stesso”
Reading Time: 3 minutes

Molti di noi potrebbero provare una bassa autostima ad un certo punto della propria vita.

Tutti noi abbiamo avuto momenti in cui ci siamo sentiti insufficienti o, inadeguati, arrivando a mettere in dubbio le nostre capacità. (altro…)

Mindfulness online: le parole di Paolo Bisazza

Maggio 14th, 2020 Posted by Notizie 0 thoughts on “Mindfulness online: le parole di Paolo Bisazza”
Reading Time: 2 minutes
Il mio percorso d’insegnamento iniziò nel 2010 in “Alchemy – The Centre”, uno splendido centro di Londra. Offrivo settimanalmente sessioni di meditazione, individuali e di gruppo, e seminari, a volte con presenze fino a cinquanta partecipanti.  (altro…)

meditazione

Come cominciare la meditazione?

Gennaio 23rd, 2019 Posted by Notizie 0 thoughts on “Come cominciare la meditazione?”
Reading Time: 2 minutes

Il primo stadio della meditazione è quello del fermare le distrazioni e rendere la nostra mente più chiara e lucida. Questo può essere ottenuto praticando una semplice meditazione sul respiro. Scegliamo un posto tranquillo e sediamoci in una posizione comoda. (altro…)

meditazione

Che cos’è la meditazione?

Dicembre 20th, 2018 Posted by Notizie 0 thoughts on “Che cos’è la meditazione?”
Reading Time: 2 minutes

Geshe Kelsang Gyatso, fondatore del Centro di Meditazione Heruka Kadampa, definisce la meditazione come un’azione mentale che causa direttamente la pace interiore. Per ottenerla è necessario concentrarsi su un “oggetto virtuoso”.

(altro…)

Commitment - Turning Potentials into Results

Turning Potential into Results.
Un viaggio entusiasmante nella crescita umana.

Copyright © 2017 - Commitment Srl, Via Mascheroni 14, 20145 Milano Italy - Commitment Ltd, 27 Old Gloucester St, London WC1N 3AX | Privacy Policy | Sitemap