Sei in grado di essere un manager coach? Un esame di realtà.

Novembre 13th, 2020 Posted by Notizie 0 thoughts on “Sei in grado di essere un manager coach? Un esame di realtà.”
Reading Time: 2 minutes

Se sei un buon manager e vuoi migliorare le capacità delle persone che lavorano con te, fare un’autovalutazione può esserti utile.

Anzitutto chiediti: “Senza alcuna formazione, sono in grado di aiutare le persone che vengono da me con un problema? Che esperienza a riguardo ho potuto fare negli ultimi cinque anni?”. Fatto questo, leggi i punti che seguono e attribuisci a te stesso un punteggio di 1–10, dandoti un 10 sei ti senti esperto e in grado di aiutare gli altri senza alcuna formazione o supporto supplementare.

Ascoltare –

Ascoltare è un’abilità che va oltre il solo sentire. Percepire il non detto costituisce il nucleo dell’abilità di ascolto.

Dare feedback –

È essenziale il dare feedback costruttivi senza essere giudicante.

Osservare –

Cogliere i segnali deboli e fare attenzione agli stati emotivi per poterci lavorare sopra.

Analizzare –

Facendo coaching si ricevono parecchie informazioni che è necessario analizzare e dalle quali trarre conclusioni.

Comunicare –

Nel coaching ci si deve sentire a proprio agio nel comunicare i propri punti di vista, qualunque sia il mezzo utilizzato.

Tempismo –

Cogliere subito quando un coachee può fare un salto nella comprensione o nell’azione e fare le domande giuste al momento giusto. 

Assimilazione –

Le informazioni raccolte vanno integrate fra loro in un lavoro di preparazione. 

Organizzazione –

Se non sei organizzato, sei destinato a confonderti. Tieni tutte le tue informazioni raccolte in modo ordinato.

Empatia –

Sii gentile ed empatico nei confronti dei bisogni e dei problemi del tuo coachee.

Etica –

Mantieni sempre riservate le informazioni fornite del tuo coachee.

Apprezzamento –

Complimentati e riconoscere i risultati del tuo coachee ogni volta che è necessario. 

Motivare –

Incoraggia i tuoi coachee e falli sentire sicuri che otterranno i miglioramenti desiderati.

Empowerment –

Metti in grado i tuoi collaboratori/coachee di poter esprimere se stessi in ciò che fanno

Energia –

Per essere in grado di motivare e aiutare gli altri bisogna essere in possesso di un alto livello di energia.

Positività –

Come manager coach devi essere positivo nell’approccio, atteggiamento, modalità comunicativa e persino nello scrivere. È la tua visione positiva che si diffonde ai tuoi coachee.

Creatività –

Il coachee viene aiutato dalle idee nuove e dai punti di vista diversi che gli vengono offerti. 

Sete di conoscenza –

Come manager devi avere familiarità con i cambiamenti che avvengono intorno a te. Aggiornati continuamente, in questo modo potrai aiutare il tuo coachee.

 

E ora, un esame di realtà!

Adesso metti insieme tutte le abilità per cui hai ottenuto un punteggio inferiore a 7. Sii onesto con te stesso. Ricorda, devi lavorare su questi punti. Chiediti:

“Posso sviluppare le abilità in cui ho segnato meno di 7?”

“Sono abbastanza motivato a fare un lavoro sulle mie aree di miglioramento?”

Cerca di essere pratico. Per quanto riguarda le abilità in cui ti sei valutato più di 7, invece,  sei già a buon punto: per quelle metà del lavoro è già svolto!

 

Adattato da Ton De Graaf, Come diventare allenatore, Bookboon

Tags: ,
Commitment - Turning Potentials into Results

Turning Potential into Results.
Un viaggio entusiasmante nella crescita umana.

Copyright © 2017 - Commitment Srl, Via Mascheroni 14, 20145 Milano Italy - Commitment Ltd, 27 Old Gloucester St, London WC1N 3AX | Privacy Policy | Sitemap