strategia e innovazione

Come colmare il gap tra strategia e innovazione

8 Novembre, 2019 Posted by Notizie 0 thoughts on “Come colmare il gap tra strategia e innovazione”

Di solito gli esperti affrontano problemi di strategia analizzando le cinque forze di Porter, disegnando il network del valore, creando matrici SWOT.

Questi strumenti sono sicuramente importanti, ma risultano più adatti a comprendere un contesto aziendale già esistente piuttosto che a trovare il modo di rimodellarlo. Abbiamo bisogno di essere rigorosi, ma dobbiamo essere creativi e allo stesso tempo. Le strategie rivoluzionarie nascono infatti dal pensiero creativo: da una scintilla di intuizione, da una connessione tra diversi modi di pensare, da un salto nell’imprevisto. Se vogliamo aiutare i manager a generare strategie rivoluzionarie dobbiamo fornire loro strumenti appositamente progettati per accendere un processo creativo.

Adam Brandenburger, professore alla Stern School of Business, esplora quattro approcci per costruire una strategia rivoluzionaria: contrasto, combinazione, vincolo, contesto.

  1. Contrasto. Chi mette a punto una strategia dovrebbe prima identificare e poi mettere in discussione le assunzioni implicite nello status quo dell’azienda o del settore. Questo è il modo più diretto e spesso il più potente per reinventare un’azienda.

Domanda chiave: quali sono le credenze convenzionali del business abbastanza mature per essere contraddette?

Suggerimento: provare a disturbare deliberatamente un aspetto del normale modo di lavoro per interrompere ipotesi radicate.

  1. Combinazione. Steve Jobs ha affermato che la creatività si ottiene “solo unendo le cose”; molte mosse aziendali intelligenti derivano dal collegamento di prodotti o servizi che sembrano indipendenti l’uno dall’altro o addirittura in tensione l’uno con l’altro.

Domanda chiave: come è possibile connettere prodotti o servizi tradizionalmente separati?

Suggerimento: cercare modi per coordinarsi con i fornitori di prodotti complementari (che potrebbero persino essere concorrenti).

  1. Vincolo. Un bravo stratega esamina i punti di debolezza di un’organizzazione e ipotizza come potrebbero invece diventare punti di forza.

Domanda chiave: come si possono trasformare le limitazioni in opportunità?

Suggerimento: valutare la possibilità di imporre deliberatamente alcuni vincoli per incoraggiare le persone a trovare nuovi modi di pensare e agire.

  1. Contesto. Se si riflette su come un problema simile al proprio è stato risolto in un contesto completamente diverso, possono emergere intuizioni sorprendenti.

Domanda chiave: in che modo settori, idee o discipline distanti possono far luce sui nostri  problemi più urgenti?

Suggerimento: stabilisci un dialogo con gli utenti reali più importanti e con gli utenti più critici, crea hotspot per l’innovazione.

Strategia e innovazione hanno iniziato a convergere e dobbiamo riflettere attentamente sull’importanza del ruolo della creatività nel processo di elaborazione di una strategia. In ultima analisi la strategia consiste nel trovare modi nuovi per creare e rivendicare valore attraverso la differenziazione. È un lavoro complicato e difficile, che richiede strumenti in grado di produrre salti di qualità sorprendenti e creativi rispetto al pensiero convenzionale.

Riferimento: Adam Brandenburger, Strategy Needs Creativity. An analytic framework alone won’t reinvent your business – HBR March-April 2019

 

Commitment - Turning Potentials into Results

Turning Potential into Results.
Un viaggio entusiasmante nella crescita umana.

Copyright © 2017 - Commitment Srl, Via Mascheroni 14, 20145 Milano Italy - Commitment Ltd, 27 Old Gloucester St, London WC1N 3AX | Privacy Policy | Sitemap